Bye bye coliche

I Twins sono sempre stati degli orologini svizzeri sulla tabella di marcia delle tappe da “manuale del bambino”: sempre in linea con le curve di crescita, le temute coliche sono arrivate puntualissime, primi dentini a 5 mesi e nessun pianto o fastidio particolare, svezzamento indolore… siamo stati proprio fortunati!
Di tutte queste fasi, quella che ci ha messo più a dura prova è stata proprio quella delle coliche.
Per diversi motivi.
Innanzitutto per la nostra inesperienza. Eravamo genitori da poco, accudivamo questi due minuscoli esserini con tanto timore e poca disinvoltura.
Inoltre, eravamo fisicamente stremati, praticamente svegli 24 ore al giorno, perché gli adorati Twins avevano scambiato il giorno con la notte, quindi si aggiungeva stanchezza a stanchezza.
Infine, per il senso di impotenza che ci assaliva vedendo i nostri cuccioli sofferenti e urlanti.
Il nostro rituale era il seguente: Martina iniziava intorno alle 9h30 di sera e finiva alle 11, in quella iniziava Matteo che finiva verso l’una di notte. Anche qui, orologini… mai una sera che si invertivano gli orari e mai che gli orari cambiassero. Madre Natura riesce sempre a stupirmi.
Poi, il miracolo: era il periodo delle vacanze di Natale, me lo ricorderò sempre, come sono arrivate, sono scomparse. Per tutti e due, nello stesso momento.
Perciò se devo fare una sintesi di quei mesi di delirio – nell’ottica di essere di aiuto, consolazione e supporto morale per le neomamme che stanno leggendo – ciò che consiglierei è innanzitutto di essere preparate. Informatevi con il pediatra su cosa sono le coliche e sui loro sintomi/segnali in modo che quando arriveranno non vi spaventiate eccessivamente.
Informatevi anche sui metodi naturali che possono essere di sollievo: nel mio caso non hanno funzionato, ma è anche si vero che sono passate presto perciò non ho avuto necessità di approfondire oltre.
La certezza è che “poi passano”, essendo una diretta conseguenza dell’immaturità dell’apparato digerente propria dei neonati. Forti di questo dogma, noi mamme e papà dobbiamo stringere i denti e venir fuori dalla tempesta. Ma non siamo soli, affidiamoci al pediatra che saprà anche consigliarci in tema di alimentazione.
Tante mamme che ci sono già passate, mi hanno raccontato di aver modificato – su consiglio di medico o puericultrici – la propria alimentazione per far sì che il loro latte fosse più digeribile per il bambino. In altri casi, quando era già presente un allattamento artificiale, i pediatri hanno consigliato un latte formulato apposta per migliorare il transito intestinale.
Come sapete, sono parte della famiglia Mellin e sono sempre informata e aggiornata sulla loro gamma prodotti e so che hanno una linea completa di formule specifiche da utilizzare esclusivamente sotto controllo del pediatra, tra cui una formulazione specifica per la gestione dietetica delle coliche: Pantolac.
Confrontatevi con il pediatra per capire se va bene per il vostro bambino, magari vi sarà di grande aiuto!
Come sempre consiglio, lasciamo perdere il fai da te, informiamoci, confrontiamoci e fidiamoci degli esperti.

#Mellin #sponsorizzatodamellin #mymellinblog #generazionipiusane