Parto e Riparto: il supporto di Mellin alla genitorialità

Nel corso della vita di ognuno di noi, ci sono momenti che prevedono grandi cambiamenti, il più delle volte radicali. Cambiamenti che hanno a che fare con lo stravolgimento delle nostre abitudini. Che se non siamo preparati e supportati adeguatamente, potrebbero sfociare anche in crisi psicologiche con conseguenti danni permanenti.

Uscire dalla zona di confort” è necessario per farci crescere e raggiungere quegli obiettivi e quei risultati diversi che altrimenti sarebbe impossibile ottenere. Quando facciamo una scelta che va oltre alle nostre abitudini quotidiane, ecco che la nostra mente incomincia a farsi mille domande, attirando dubbi, paure e ansie spesso ingiustificate.

Uno dei più grandi momenti della mia vita in cui ho scelto di uscire dalla zona di confort” è stato proprio quando ho deciso di diventare mamma. Una scelta voluta, cercata e senza dubbio ambita, in cui peroogni certezza è stata messa in discussione. Ogni priorità è diventata la fine di una lunga lista di cose da prendere in considerazione.

Diventare mamma quando tutto è messo in discussione.

Quando sono diventata mamma per la prima volta avevo 26 anni, e la mia vita non solo si è stravolta completamente, ma ho dovuto fare delle scelte inevitabili comuni a molti neo genitori.

Già allora avevo il mio lavoro autonomo, ma ero consapevole che larrivo di un figlio avrebbe cambiato le mie priorità e non sarei riuscita, almeno nei primi tempi, a dedicarmi completamente come facevo prima. Così ho deciso di delegare la maggior parte delle responsabilità, in modo da avere più tempo per la mia piccola appena nata. Periodo che poi si è prolungato per 4-5 anni vista la nascita ravvicinata anche del secondo figlio.

Tutto questo non è stato per niente facile. Da grande lavoratrice piena di sogni e aspirazioni, trovarsi con le mani legate e costretta a reinventarsi con 2 bambini piccoli per casa, è stata la mia più grande sfida.

Parto e Riparto, Mellin a supporto della genitorialità

Come me, anche Mellin è consapevole che la maternità è in grado di portare una grande carica positiva. L’energia, la creatività, lempatia e la capacità organizzativa di una mamma è un grande patrimonio non solo per la propria famiglia, ma anche per lAzienda.

Parto e Riparto è un progetto che inizia nel 2011, anno in cui Mellin ha stilato un baby decalogo a supporto della genitorialità per vivere positivamente la maternità sul posto di lavoro.

Progetto in continua evoluzione per sostenere e supportare quello che è il momento più delicato di una donna che decide di diventare mamma, senza rinunciare alla propria carriera.

Perché quando un genitore viene ascoltato e supportato nelle proprie esigenze personali ne è appagata anche lazienda. Quindi ben venga Parto e Riparto, il connubio lavoro e genitorialità perché grazie a Mellin è lora della svolta e della rivincita dellautonomia mamme e dei papà.

La nuova formula del Latte Mellin.

Ho ribadito più volte che il latte della mamma è unico e insostituibile. Ma dopo il 6° mese, qualora lallattamento al seno non fosse possibile o sufficiente a soddisfare le esigenze del bambino, entra in campo il latte di proseguimento.

Mellin lancia una nuova gamma di latti in polvere 2 e 3, in cui oltre ad uno speciale box sul retro dedicato al progetto Parto e Riparto, viene utilizzata una nuova formula In particolare il latte 2 con miscela prebiotica di fibre GOS-FOS 9-1 che favoriscono lequilibrio della flora batterica intestinale.

Sia per il 2 che per il 3 la novità consiste il processo esclusivo che utilizza fermenti di origine naturale.

A seconda delle esigenze del bambino, si consiglia sempre di chiedere il parere al proprio pediatra di fiducia.

#Mellin #sponsorizzatodamellin #mymellinblog #generazionipiusane #liberididiventaregrandi